Verbale di confronto Franci – Batani 08.09.1976

Verbale di confronto datato 08.09.76, reso al dr Pappalardo e al dr pl Vigna, presso casa penale Firenze; da:

– Batani Massimo gia’ generalizzato.
– Franci Luciano gia’ generalizzato

Avendo il Franci esposto di voler rendere le sue dichiarazioni in presenza del Batani.

Franci: Ho chiesto di parlare in presenza del Batani perche’ proprio da lui e dal Cauchi, che ora è latitante, ebbi modo di apprendere quelle notizie attinenti all’ ambiente di Arezzo di cui ho già fatto cenno nelle dichiarazioni rese alla sv il 13.08.76. Oggi posso precisare che tali notizie riguardano i collegamenti fra esponenti della massoneria di Arezzo, o meglio della P2 , il sid ed alcuni esponenti di destra sempre ad Arezzo, nonche’ rapporti avuti dal Batani con un certo maresciallo dei Carabinieri di Arezzo.

Batani:  In effetti ho fatto delle confidenze al Franci. Sul primo punto, almeno per il momento, non intendo fare alcuna dichiarazione per timore. Sono invece disposto a riferire alla sv che prima del mio arresto ebbi in diverse occasioni contatti con il maresciallo Cherubini dei carabinieri di Arezzo il quale si serviva di me per avere notizie sulla sinistra extraparlamentare in genere e particolarmente su certi movimenti  che esponenti della sinistra effettuavano nella zona di Bettolle, Lucignano ed Arezzo. A seguito dei contatti avuti riuscii a procurare dei documenti sul tipo di elenchi di persone, risultati di appostamento fatti da tali elementi su persone ostili alla organizzazione della sinistra (i classici nemici del popolo), ed altre carte do tale tipo. Tali documenti io consegnai al maresciallo Cherubini, in compagnia del Cauchi, che aveva con me collaborato al rintraccio dei documenti stessi. In altra occasione, essendosi verificato un furto nell’armeria di certo Bertuccini di Arezzo , il sottufficiale predetto chiese la mia collaborazione per il recupero delle armi. In un primo momento io gli assicurai. Quando poi mi resi conto che per mio tramite il maresciallo voleva identificare l’ autore del furto esponendomi in tal modo ad una rappresaglia, mi tirai indietro in via confidenziale tuttavia gli feci capire che ora il possibile autore del furto stesso.

A questo punto l’ ufficio insiste con il Batani per avere ulteriori delucidazioni sul collegamento fra la massoneria , la loggia P2 esponenti della estrema destra di Arezzo ed il Batani risponde:

Batani: Come gia’ detto, almeno per il momento non intendo fare alcuna dichiarazione . Chiarisco comunque che le notizie in mio possesso, sia per tempo cui si riferiscono (sono ormai detenuto da circa 3 anni) , sia per il fatto in se stesso, non credo abbiano alcun collegamento con l’ omicidio Occorsio.

Franci: Consegno loro una domanda di trasferimento dal carcere di Nuoro in un altro carcere con preghiera di volerla inoltrare al competente ministero.

Letto confermato sottoscritto.­

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in P2. Contrassegna il permalink.