Vittorio Chiusano – dichiarazioni 19.01.1976 rese al G.I. Violante

“Nel 1970 o 1971, non ricordo bene, il dottor SOGNO venne a trovarmi nel mio ufficio esponendomi la necessità di un finanziamento per svolgere un’azione politica che mi sembrava interessante nei confronti del P.L.I.. Sostanzialmente si trattava di fare di questo partito l’elemento catalizzatore della destra democratica anche per sbloccare i voti congelati nel MSI. Il discorso mi è sembrato valido e ho disposto il versamento di contributi per lo svolgimento di questa attività.
“Può darsi che mi abbia parlato dei C.R.D. ma io non ricordo. Nel 1972, in occasione delle elezioni, l’ho aiutato più di quanto non avessi fatto nell’anno precedente.
Per il 1973 mi fece un discorso molto preciso chiarendo che un’azione politica di una certa consistenza necessitava di un adeguato sostegno economico, sempre naturalmente nel quadro politico già citato. Pertanto disposi per gli anni 1973 – 1974 il versamento di 70 milioni circa all’anno. Mi pare che mi avesse chiesto 6-7 milioni circa ai mese. Le erogazioni sono cessate all’atto dell’entrata in vigore della legge sul finanziamento dei partiti. Abbiamo infatti deciso come linea Politica generale di sospendere le erogazioni ai partiti politici”.

Annunci