Valerio Viccei – dichiarazioni 10.04.1985

Confermo quanto dichiarato al pubblico ministero di Bologna l’ 11.05.85, dichiarazioni delle quali ho ricevuto integrale lettura.

– Con Magnetta il discorso concerneva tanto l’ insieme delle stragi verificatosi nel passato, quanto specificatamente quella del 02.08.80. Io esprimevo il convincimento soggettivo della responsabilita’ di AN in tutti gli episodi di strage compresa quella alla stazione di Bologna. Il Magnetta nel rispondermi si preoccupava maggiormente di proclamare la propria estraneita’ piuttosto che quella della organizzazione alla quale aveva appartenuto.

Posso anche confermare che il Magnetta mi riferi’ di una svolta politica impressa ad AN da parte di Delle Chiaie negli anni piu’ recenti in senso stragista, e per questo motivo si diceva contento di essersi distaccato in tempo da AN per rimanervi coinvolto. Quando parlo di coinvolgimento mi riferisco ad un coinvolgimento nella strategia stragista e non in singoli episodi di attentati.

Il Magnetta non mi forni’ elementi di fatto sulla base dei quali giustificare la sua percezione della svolta politica che diceva essere avvenuta in AN, d’ altra parte io non gli chiesi ulteriori precisazioni. D’ altra parte domande troppo dettagliate potevano sembrare addirittura sospette. Non mi disse il Magnetta quando si era distaccato da AN ne’ quando vi era entrato.
Non sono neanche in grado di dire se poi sia vero che il Magnetta si fosse distaccato da AN.

– effettivamente quando conobbi Magnetta in carcere e parlando di persone che avevamo conosciuto parlammo anche di Esposti e lui mi disse che lo aveva conosciuto e che era suo amico.

– in effetti quando facevo riferimento nei discorsi con Magnetta alla strage del 2 agosto, allora il Magnetta, poiche’ io mi dichiaravo convinto della responsabilita’ di Delle Chiaie, prendeva le distanze da quest’ ultimo esprimendosi in termini tutt’ altro che positivi sul predetto.

– i discorsi tra me e Magnetta avvenivano nei primi mesi del 1982 quando l’ attentato piu’ recente in ordine di tempo era quello alla stazione di Bologna. Pertanto il riferimento Magnetta alla svolta di Delle Chiaie ed al suo allontanamento va collegato proprio alla strage del 02.08.80.
Pertanto confermo quanto dichiarato al rigo nr 19 e seguenti di pagina tre del verbale dell’ 11.05.85.

Va detto che tutto quanto io ho riferito riproduce il piu’ fedelmente possibile il significato del discorso che mi fece Magnetta, discorso sulla cui credibilita’ io non voglio esprimere alcuna valutazione, ma che posso dire tranquillamente non fu’ da me preso per buono.

Poiche’ l’ ufficio mi dice che risulta da atti processuali che Magnetta era in contatto con Vivirito nel 1974 dichiaro che non lo sapevo.
La dimostrata appartenenza di Magnetta ad AN fin dal 1974 non puo’ che rafforzare il mio convincimento che una svolta improvvisa nella strategia di tale gruppo non mi sembra credibile. Ai miei occhi tutto il discorso di Magnetta serviva a prendere le distanze di AN e dalle sue responsabilita’ passate e recenti.

Letto confermato sottoscritto.­

Annunci