Andrea Brogi e Marco Affatigato – Verbale di confronto 15.03.1985

Verbale di confronto datato 15.03.85, reso al dr Minna e Chelazzi, assistito dal dr Fasano, negli uffici della Digos di Firenze fra Affatigato Marco e Brogi Andrea, gia’ in atti qualificati:

Brogi: cosi’ non lo riconosco.

Affatigato: mai visto prima, allora non avevo la barba che ho oggi.

Brogi: dettomi adesso dal GI che tu sei Affatigato io lo sospettavo da quando sono entrato qui anche perche’ se ti ho visto una sola volta undici anni fa per pochissimo tempo, poi non molto tempo fa ti ho visto giu’ alle celle e sapevo che ti chiamavi Affatigato.

Affatigato: sì ti ho visto anche io alle celle poco tempo fa.

Brogi: chiestomi di dire con le mie parole cosa so su Affatigato, io ripeto che non so dire il giorno ma dovrebbe essere verso la fine del febbraio 1974 – io e Cauchi siamo venuti da Arezzo a Pisa e ci siamo fermati davanti alla farmacia Garibaldi verso Borgo Stretto.
Tu Affatigato hai parlato con Augusto e poi ci sono state un paio di telefonate e dopo un paio di ore verso le 18.00 e’ arrivato in treno da Empoli il Tuti. Attraverso Borgo Stretto siamo andati in un bar che io chiamo il bombolone. Abbiamo parlato di certe cose e soprattutto Augusto e Mario hanno parlato di esplosivi, tu Affatigato eri presente ma non ha partecipato attivamente alla discussione, dopo ti abbiamo riaccompagnato dalle parti del passaggio a livello verso San Giuliano vicino a Lucca, e allora ho saputo che avevi anche un fratello.

Affatigato: era un giorno lavorativo?

Brogi: è da cinema ricordarsi il giorno. Io il discorso su di te l’ ho assemblato a Tuti che ha attraversato le nostre vite. Di te ho detto solo di questo incontro a Pisa anche se negli anni successivi sui giornali ti ho letto molte volte.

Affatigato: se il giorno era lavorativo è facilmente controllabile e io non c’ ero perché lavoravo al laboratorio Profeti. Poi, per la storia di Lotta Continua se mettevo piede a piazza Garibaldi mi accoppavano.

Brogi: questo l’ ho detto anche io.

Affatigato: non potevo mettere piede ne’ a Pisa ne’ a Viareggio per Lotta Continua, a Pisa potevo andare a Porta a Lucca che era zona diciamo nostra.

Brogi: nel 1974 la sede del Msi era di là d’ Arno rispetto a dove ci incontrammo, ma era distante un 500 metri da piazza Garibaldi.

Affatigato: capisco benissimo che le affermazioni di Brogi non portano ad attribuirmi responsabilità particolari ma confermo la mia versione dei fatti. Aggiungo adesso che quando in altri interrogatori al GI ho descritto la sede del Msi a Pisa l’ho fatto con riferimento alla situazione del 1978 – la chiesetta di cui ho parlato negli interrogatori si trova accanto a quella che era la sede del Msi nel 1978. Brogi ha fatto riferimento a notizie di stampa sul mio conto ed in particolare io ricordo che nell’ agosto 1980 i giornali parlarono diffusamente di mio fratello.

L.c.s.

Annunci