Andrea Brogi – dichiarazioni 14.01.1985 – secondo verbale

Prendo atto che oggi pomeriggio ha telefonato mio padre per dire che l’ avv. Graverini nuovamente avvertito e’ impegnato ad Arezzo in tribunale e non puo’ venire.

A questo punto il GI preso atto delle lacune nelle dichiarazioni fin qui rese dal Brogi che contrastano con gli elementi oggettivi del processo a cominciare dalle carte bruciacchiate, ribadito come il Pecoriello abbia negato la versione del Brogi, ritiene necessario avvertire l’ imputato che non si puo’ andare avanti nel processo con mezze verita’ o piccole ammissioni con le quali non si conclude nulla.

Il GI fa ancora presente al Brogi che in suo favore, come in favore di chiunque, possano applicarsi i benefici di cui agli art. 81, 133,62 bis cp e 4 legge Cossiga di fronte ad un atteggiamento processuale serio e sereno.

Si da’ atto che a questo punto telefona l’ avv. Graverini col quale parla direttamente anche il Brogi, a questo punto il Brogi fa presente che l’ avv. Graverini ha preannunciato il suo arrivo e che davanti al suo difensore fara’ se del caso ulteriori dichiarazioni.

Il GI preso atto dell’ imminente arrivo del difensore data la delicatezza del processo sospende l’ interrogatorio per il tempo necessario ed invita l’ imputato a tenere nell’imminente futuro un comportamento completamente aperto.

Annunci