Lettera di Adriano Tilgher al giudice Zincani datata 19.07.1984

In relazione al confronto in cui sono stato sottoposto, in data 09.07.84, durante il quale mi ha sottoposto da una parte la necessita’ di procedere ad una rienunciazione delle vicende politiche di AN e mie personali; dall’ altra. La possibilita’ di costituire un’ area omogenea nel carcere di Belluno, mi affretto a rispondere a lei ed al suo collega dr Casson, come promesso.
Riaffermo, come ho fatto sin dal primo momento della mia costituzione, la volonta’ di contribuire a ristabilire la verità su tutte le vicende che mi vedono ingiustamente coinvolto. Io sono stato, e di questo sono orgoglioso, dirigente di AN fino al 1976. Da questa data tale organizzazione, per scelta anche, e forse soprattutto, mia, non esiste piu’ . Accettare questa verita’ documentata vuol dire dimostrare la propria buona fede.
Troppe sono le critiche, giustificate o meno ; troppi sono gli elementi di sospetto che da piu’ parti sono stati sollevati nei confronti della magistratura stessa. Non possiamo fare finta che tutto cio’ non sia accaduto. Non possiamo ignorare che Palladino e Pagliai sono morti e come sono morti. Tutte queste cose non le possiamo ignorare. Troppi sono i motivi che inducono a credere che le inchieste in Italia, per il modo in cui vengono condotte, sono dei momenti inquisitori tendenti a incastrare chi capita sotto a prescindere dalla innocenza o dalla colpevolezza. Davanti a tutte queste cose e’ umana e naturale una mia diffidenza. Per questo mi permetto da una parte di chiedere che se ci sono elementi di contestazione che hanno giustificato l’emissione nei miei confronti di una comunicazione giudiziaria (con conseguente linciaggio stampa questi mi siano contestati in sede di interrogatorio alla presenza dei miei legali; dall’ altra ritengo che, se una ricostruzione storica deve essere fatta, questa ha bisogno di tutta la pubblicita’ del caso. Io mi impegno sin da adesso a scrivere a pubblicizzare per sommi capi tutti gli avvenimenti politici di cui sono stato partecipe in attesa di espletare la documentata storia di AN, cosa che potro’ fare solo con la riconquistata liberta’ .

In riferimento poi alla concentrazione in Belluno, mi si sono create delle difficolta’ di natura familiare che spero di superare quanto prima e mi sconsigliano, per il momento, di accettare la proposta.

Spero sappia e voglia comprendere, distinti saluti

Firmata Adriano Tilgher. ­

Annunci