Promemoria di Licio Gelli consegnato alla magistratura il 26.09.1976

1967 – Nel 1967 il Maestro Venerabile Avv. Bruzio Pirrongelli mi condusse dal Prof. Roberto Ascarelli, – Piazza di Spagna, 72 -, Gran Maestro Aggiunto all’epoca della Gran Maestranza del Prof. Giordano Gamberini, per esse­re elevato al grado di Maestro: successivamente mi fu chiesto di interessarmi della Loggia “P.2”.
La mia collaborazione fu rivolta esclusivamente al proselitismo, nel senso che ogni qual volta che mi capitava di imbattermi in una persona che mi manifestava il desiderio di entrare a fare parte della Massoneria, la invitavo a compilare un modulo che veniva da me inoltrato al Prof. Ascarelli il quale procedeva, nel suo Studio, all’iniziazione con procedura simbolica.
Con questi iniziandi io restavo in rapporto solo in caso di incontri fortuiti.

1970 – Nel 1970, durante la Gran Maestranza del Prof. Lino Salvini, il Prof. Ascarelli mi suggerì di costituire un gruppo che facesse capo sia a lui che a me, ma questa soluzione ebbe breve durata: tuttavia, a quanto mi risulta, anche in questo periodo, tutte le domande veni­vano rimesse al Grande Oriente.

1971 – Il Gran Maestro Lino Salvini, dopo avermi nominato Segretario Organizzativo della “P.2”, mi consegnò la documentazione inerente agli appartenenti a questa Loggia, parte dei quali era costituita da coloro che erano stati iniziati dal Prof. Ascarelli: la nostra sede fu stabilita in Via Cosenza e fu continuata l’opera di proselitismo; con relative iniziazioni fatte, in forma simbolica, dal Gran Maestro Salvini.

1974 – Alla fine del 1974 la Loggia “P.2” aveva un “piè di lista” di circa 500 elementi, ma il Gran Maestro decise, a mia insaputa, – durante una riunione della Gran Loggia Straordinaria tenutasi a Napoli -, di demolirla.

1975 – Nel 1975, ricostituitasi la “P.2”, ma non più come Loggia “coperta”, si offersero agli iscritti le seguenti possibilità:

a)rimanere nella P.2 nel suo aspetto di Loggia ordinaria e, quindi, con tutti gli obblighi rituali i quali avrebbero comportato, in primo tempo, riunioni a frequenza mensile e, successivamente, a frequenza settimanale;
b)passare all’obbedienza del Gran Maestro e poter, quindi, conservare la riservatezza;
c)passare al Grande Oriente per poter essere assegnati ad una Loggia della loro città;
d)chiedere la distruzione delle domande,- cosa che allora avrei potuto fare, avendole in mio possesso -, e rinunciare, così, alla Massoneria.

Durante il 1975 dopo la ricostituzione della Loggia “P.2”:
a)sono state riconsegnate – al Gran Maestro le domande di 238 iscritti, mediante n. 3 elenchi in date successive;
b)hanno chiesto la distruzione delle loro domanda circa 26 elementi;
c) sono stati ripresi direttamente dal Gran Maestro, mediante contatti personali, circa 185 iscritti, dei quali ho riconsegnato, successivamente, le relative cartelle individuali;
d) sono restati nella Loggia “P.2” n. 62 iscritti.

 

Annunci