Lettera G.I. Giovanni Falcone alla commissione P2 – 08.11.1982

Con riferimento alla nota n.850/C P2 del 15/10/1982, per­venuta il 21 ottobre successivo, pregiomi comunicare che, nel corso di indagini concernenti organizzazioni mafiose siciliane, è emerso che alcuni personaggi, imputati di gravi reati ed appartenenti a cosche mafiose, avevano operato per il trasferimen­to di Michele Sindona da Atene a Palermo nell’agosto 1979; trat­tasi di Giacomo Vitale, nato a Palermo l’1/2/1941 e di France­sco Fodera, nato a Mazara del Vallo 1’8/9/1943, entrambi in atto di attività massoniche esoteriche accettate), il cui capo è il Dott.Gaetano Barresi, già arrestato su mandato di cattura del. G.I. di Milano, Dott.Turone e dott.Colombo ed attualmente in libertà provvisoria, perché implicato nella nota vicenda del finto sequestro Sindona.

Allo scrivente i suddetti G.I. di Milano hanno trasmesso copia degli elenchi, da essi sequestrati, concernenti gli appar­tenenti alla suddetta Loggia massonica CAMEA.
Circa collegamenti tra la P2 e la vicenda Sindona, è sta­to già accertato che il Dott.Giuseppe Miceli Crimi, anch’egli massone ed uno dei personaggi maggiormente coinvolti in tale vicenda, ha avuto numerosi contatti con Licio Gelli, durante la permanenza a Palermo di Michele Sindona.
In relazione a ciò, ho già chiesto con commissione rogato­ria internazionale che venisse sentito come teste il Gelli, de­tenuto in Svizzera, ma non ho ricevuto ancora alcuna risposta dalle competenti Autorità. Per quanto concerne, infine, collegamenti fra organizzazio­ni massoniche e Flavio Carboni, nulla mi risulta al riguardo, mentre sono in corso indagini istruttorie per accertare colle­gamenti tra il Carboni e organizzazioni mafiose siciliane.

Disponibile per ogni ulteriore richiesta di chiarimenti,  porgo distinti saluti.

 

Atti commissione parlamentare sulla P2 Vol 4 tomo 2.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in P2. Contrassegna il permalink.