Dichiarazioni dr. Mario Esposito 26.02.1986

Nel dicembre 1975, ero in servizio presso l’ ispettorato antiterrorismo ed il dr Santillo mi disse che tale Vecchiotti detenuto a Rieti, attraverso non so quali canali aveva fatto presente che doveva fare importanti rivelazioni. Sono certo che il dr Santillo mi disse che l’ iniziativa per il contatto era stata del Vecchiotti. Autorizzato dalla procura della repubblica di Rieti ebbi percio’ due colloqui col detenuto. Ripensando alle date credo che il primo sia avvenuto nel dicembre 1976 ed il secondo nel marzo 1977. Il Vecchiotti durante il primo colloquio non disse nulla di importante, ma si fece presente di aver in precedenza lavorato per il Sid dal quale era stato abbandonato. Vecchiotti aspirava al trasferimento da Rieti al carcere di Rebibbia ed era quello il motivo che lo spingeva ad avere un contatto con l’antiterrorismo.

-Non mi ricordo se mi presentai al Vecchiotti, certo e’ che non gli dissi di chiamarmi spinella che allora era presso la questura di Roma e puo darsi che il Vecchiotti abbia ritenuto di parlare con questo funzionario.

emilio-santillo

– Durante il secondo colloquio fui io a proporre diversi temi toccati o meglio io gli facevo alcune domande, quale ad esempio quella relative all’ affare moxedano o comunque in merito a fatti di particolare attualita’ , mentre il Vecchiotti parlo’ spontaneamente di argomenti di sua conoscenza. Mi disse dunque spontaneamente che l’ attentato dell’ Italicus era stato ideato da Gelli Licio il quale sarebbe stato altresi’ il finanziatore della cellula di Tomei Mauro. L’attentato secondo il Vecchiotti sarebbe stato eseguito da amici del Tomei. Il Vecchiotti fu molto generico e non diede alcun riferimento in ordine alla fonte delle notizie. La valutazione di non utile attendibilita’ che compare a conclusione del rapporto 12.04.1985 nel quale sono state riepilogate le dichiarazioni rese informalmente dal Vecchiotti, e’ fondata sia sul mio apprezzamento personale del vecchiotti stesso, il quale mi pareva inattendibile in considerazione della sua personalita’ e dei suoi precedenti penali, sia sugli esiti degli accertamenti conseguenti alle dichiarazioni del vecchiotti, esiti che per quanto ne so furono negativi.

Letto confermato sottoscritto.­