Gianadelio Maletti – verbale 21.08.1986

Richiesta del tribunale civile e penale di Venezia di assumere la deposizione su commissione del generale Maletti Gianadelio.

Avanti a me: il signor Steenkamp, giudice aggiunto, Johannesburg, repubblica del Sudafrica, nominato “Commisioner” allo scopo di assumere la deposizione del suddetto generale Maletti, per ordine  della corte suprema del Sudafrica (divisione locale di Witwatersrand) interprete giurato: signora Erdei M.

O m i s s i s

Maletti Gianadelio dichiara sotto giuramento, in inglese: …

Domanda: l’ altro giorno le ho chiesto se sapeva di un contatto o di contatti circa Labruna e Fachini e lei disse che pensava che tali contatti avessero avuto luogo – la mia domanda ora e’: cosa intende per “pensare”?

Risposta: penso di avere avuto un rapporto verbale dal capitano Labruna.

Domanda: che genere di contatti ci furono tra Labruna e Fachini?

Risposta: penso che Labruna abbia ricevuto da Fachini delle informazioni sui gruppi di estrema destra, non posso ricordare ulteriori dettagli.

O m i s s i s

gianadelio maletti

Domanda: con riferimento alla nota del 730716, qual’ e’ il significato delle parole: “delle ch. Si, se vogliamo” ?

Risposta: probabilmente si riferisce alla possibilita’ di indurre Delle Chiaie a ritornare in Italia per tendergli una trappola.

Domanda: chi e’ stato incaricato dell’ arresto di Delle Chiaie?

Risposta: doveva essere effettuato dal capitano Labruna. Infatti, nel settembre del 1973, Delle Chiaie arrivo’ in italia e noi preparammo un’ operazione per catturarlo vicino a Roma – cosa tuttavia che non riusci’ – probabilmente a causa di una soffiata giunta al momento opportuno. L’ arresto doveva essere effettuato dai carabinieri se non fossi stato frainteso, in particolare dal capitano che comandava la compagnia di Prati. Probabilmente l’intermediario utilizzato da Labruna per contattare Delle Chiaie era Giorgi Maurizio.

Domanda: il servizio ha utilizzato fonti di Avanguardia Nazionale?

Risposta: si, l’ abbiamo fatto; ho preso contatti, a scopo informazioni, con il movimento, ma non so quali fossero le fonti.

Domanda: pagina 121 – cartella 1 – ricorda qualcosa riguardo la annotazione “Camerino (armi dx)”?

Risposta: non posso ricordare cosa significasse realmente. Se e’ scritto “armi dx” dovrebbe significare che qualcuno, all’ epoca, aveva detto che le armi erano probabilmente della destra. Non posso dire qual’ e’ il significato del riferimento ad una lettera anonima mandata o da mandare al procuratore generale. Probabilmente il capitano Labruna era incaricato dell’ indagine. Ricordo che subito dopo la scoperta di un nascondiglio di armi, fu detto che erano armi dell’ estrema sinistra.

Domanda: pagina 27 – cartella 2 e in particolare nella sezione intitolata “casa Padova”. Cosa puo’ dirmi riguardo cio’?

Risposta: cominciando dal fatto che il mio scritto sull’ argomento appare inusualmente lungo, cio’ potrebbe significare che esso fosse stato scritto sulle basi di recenti informazioni fornitemi o dal capo della sezione I (il tenente colonnello Genovesi) o dal comandante del centro cs di Padova. Per quanto riguarda gli eventi del 1969 e in particolare la strage di piazza Fontana e gli attacchi terroristici ai treni, preferirei rispondere al giudice che si occupa del caso a Catanzaro. Per quanto riguarda il Casalini e il nascondiglio di armi a Venezia, non posso ricordare alcuna informazione. Ora non posso ricordare chi fosse D’ Ambrosio, chi abbiamo convocato e neppure per che motivo. Il tenente colonnello Del Gaudio era, all’ epoca, ufficiale comandante del gruppo carabinieri di Padova.

Domanda: pagina 111 – cartella 2: cosa significa questa espressione:”us interest in the coup d’ etat”?

Risposta: potrebbe avere uno dei due significati:

Primo: che io ho informato il nuovo capo del servizio di uno specifico interesse americano nell’indagine, come fu detto al tempo del colpo di stato del 1970 o secondo: che alcuni americani avevano avuto uno specifico interesse negli eventi connessi con il cosiddetto golpe Borghese. Per specifico interesse di qualche americano intendo qualche interesse americano nel possibile successo del colpo di stato ora non posso ricordare dettagli piu’ precisi.

Domanda: ha mai saputo se c’ erano connessioni mafiose o sue implicazioni negli affari del golpe Borghese.?

Risposta: ci furono alcune indicazioni di possibili contatti, ma cio’ non fu accertato.

O m i s s i s

… Zollo e il giudice Vessichelli, so che essi avevano un’ amicizia personale – il suddetto giudice era stato un membro dei carabinieri in buon rapporto con il predecessore e il successore del colonnello Marzollo.

Domanda: il servizio era a conoscenza dei contatti, in particolare tra il servizio segreto di sicurezza spagnolo e i gruppi italiani di estrema destra?

Risposta: non so di nessuno di questi contatti.

Domanda: ha mai saputo dell’ esistenza di un progetto molto segreto all’ interno del servizio italiano e, in caso affermativo, durante che periodo di tempo fu pensato e che particolari attivita’ realizzo’?

Risposta: all’ epoca in cui ero capo del dipartimento d – dal 1971 al 1975 – sapevo dell’ esistenza di un centro d’ addestramento speciale.

Questa unita’ di addestramento speciale faceva parte del servizio segreto militare. Era, se ricordo bene, o sotto il diretto comando del capo del servizio o sotto quello del capo del dipartimento di ricerca e valutazione. Il genere d’ addestramento che essi davano era principalmente di spionaggio.

 

Davanti a me firmato e confermato

Traduzione conforme all’ originale.

Annunci