La nota del CS di Padova n. 3605 del 18 maggio 1974

Con la nota n. 3605 del 18 maggio 1974 il Centro CS di Padova ha trasmesso al Reparto “D” l’appunto redatto a seguito delle informazioni fornite dalla fonte TRITONE il 17 maggio 1974.
Sempre nell’ottica delle tensioni interne al MSI, si evidenzia che, nell’ultima fase della campagna elettorale per il referendum sul divorzio, numerosi dirigenti del MSI-DN, paventando una sconfitta degli antidivorzisti, avevano cercato di prendere le distanze
dal Segretario nazionale. Il fiduciario, in particolare, riferisce dell’atteggiamento assunto dal sen. NENCIONI che, in occasione di un incontro con l’avv. LUCI ed altri esponenti “dissenzienti del Veneto” (ai quali si era recentemente affiancato anche l’avv. LANFRE’), aveva attribuito ad ALMIRANTE una serie di errori, tra i quali quello di avere “ripudiato la destra extraparlamentare”, arrivando al punto di intimare agli avvocati missini di non difendere gli attivisti coinvolti, per la loro attività politica, in questioni giudiziarie.

Almirante_Rauti_Nencioni