Giordano Gamberini dichiarazioni 29.12.1981

Mi presento spontaneamente e intendo rendere le mie dichiarazioni in ordine ai fatti per cui ho ricevuto comunicazione giudiziaria, quale indiziato. L’ ufficio da lettura della formulazione dei capi di imputazione di cui alla lettera A e B.

Respingo ogni addebito. Mi sono affiliato alla massoneria nel 1937 e sono stato nominato gran Maestro nel 1961 per tre mandati consecutivi e cioe’ sino al 1970. Ho sentito parlare per la prima volta di Gelli nel 1966, quando l’ avvocato Ascarelli Roberto allora mio gran maestro aggiunto, mi invio’ la lettera che produco in fotocopia. Preciso che l’ Ascarelli parlando della “hod” non si riferiva altro che alla Propaganda 2 infatti essendo israelita egli conferiva tale nome alle riunioni di alcuni fratelli che si tenevano nel mio studio di Piazza di Spagna. Successivamente il Gelli nel 1971 venne nominato dal Salvini Gran Maestro pro tempore segretario organizzativo della Propaganda 2.

– tale loggia venne ad assumere il numero “2” poiche’ nel 1945 le logge del Grande Oriente d’ Italia, analogamente a tutte le logge estere ricevevano una numerazione progressiva mediante estrazione a sorte. All’ epoca le logge erano poco piu’ di cento e fu sorteggiato il numero 1 alla loggia “Santorre di Santarosa” di Alessandria al numero 3 alla loggia “Staziella” di Asti. Nel corso della gran maestranza di Salvini io ho presieduto a numerose iniziazioni (…). A quasi tutte, per quanto ricordo era presente anche il Gelli quale presentatore.

– Il Gelli mi avrebbe dovuto rimborsare delle spese per la mia permanenza a Roma per le iniziazioni, talvolta l’ ha fatto subito e altre volte con ritardo anche notevole. Ho proceduto inizialmente in via condotti e in seguito presso l’ Excelsior.

Le iniziazioni che ho presieduto avvenivano ritualmente. A tutti gli iniziati si diceva che erano all’ orecchio del Gran Maestro e che pertanto non avrebbero dovuto partecipare ai lavori massonici, salvo che non avessero richiesto l’ iscrizione ad una loggia ordinaria. All’ atto dell’ iniziazione presumo che versassero la tassa prescritta che doveva essere devoluta al Gran Maestro in carica. Mi riservo di presentare piu’ dettagliata memoria in ordine ai fatti. Sugli stessi fatti sono stato gia’ sentito per due volte come teste, da un giudice di Firenze in data 811022 e 811112 e cosi altri massoni.

Letto, confermato e sottoscritto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in P2. Contrassegna il permalink.