Estratto quaderno 4-10 Felice D’Alessandro

Dopo l’arresto della ragazza Marsili chiamò Franci e gli disse di ritrattare. Lui ritrattò e la Luddi se ne andò. (…)

L’isolamento lo fecero (4-5 giorni) in celle contigue in cui potevano comunicare reciprocamente anche sottovoce. Il prete venne visto da uno scopino portare un biglietto da una cella all’altra. Dirottamento aereo progetto di cui non si è più parlato. Il prete pagava quotidianamente pranzi e lasciava soldi. Il P.M. a più riprese lasciava soldi e sigarette a tutti e 4. Promise a ??? l’interessamento per la pensione della moglie. Negli interrogatori gli inquirenti non insistevano sui mandanti bensì sulle mezze tacche e in particolare puntavano a scoprire il nascondiglio di  Tuti, colpo a sensazione.
La fonte confidenziale, un ex ordinarista non è mai stato fatto venire alla luce e credo si siano dati da fare per metterlo a tacere, fra l’altro so che gli è stato concesso il porto d’armi. E’ stata messa a tacere anche la storia del sequestro dell’altra fonte ???B. che, con la moglie incinta deve la vita ad una pattuglia della stradale. Venne sequestrato sotto casa (????) a Si.  dai nostri che volevano fargli pagare il bidone di un falso acquisto di mitra.
Marsili disse, prima della venuta di Santi e L. di non dire al capo dell’??? niente di quanto gli avevo confidato. Salvo per sostenere la parte di fronte al questore medesimo. S. con un processo per Ordine nuovo, una strage col treno, una a Bologna, capo cellula castiglionese, numerosi processi per rissa, denigrato dalla fonte confidenziale come il trait d’unione fra i manovali e i fornitori d’esplosivo, numerose denunce per rissa, è uscito. Si vantava di avere ancora un mitra nascosto. Fra le guardie c’è un ordinarista che credo di avere individuato. Fra l’altro ho chiesto anche di acquistare una pistola.
Italicus – lavoro a Fi. Nessuna domanda.
Associazione a delinquere: solo a due è stata appioppata strage (che poi venne fatta cadere).

Annunci