Toniolo Angelo – dichiarazioni 4.6.1992

sulla traccia del rapporto in data 19.1.1974 dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano, con cui si riferiva di rapporti tra Gianfranco Bertoli
ed esponenti del gruppo veneto di Ordine Nuovo (Sandro Sedona, Eugenio Rizzato e Sandro Rampazzo), il 4.6.1992 era sentito l’Appuntato
Toniolo Angelo della squadra di polizia Giudiziaria presso il Tribunale di Padova; questi, confermando e meglio precisando quanto già detto nel
1974, così dichiarava: “Confermo di avere riferito che l’attentato alla Questura di Milano fu preparato da più persone per far fuori Rumor.
Confermo che tale notizia mi fu riferita dall’avvocato Brancalion. Mi disse in particolare che sapeva ciò con certezza per averlo appreso da più
persone facenti parte di gruppi eversivi di destra con cui era in contatto.
Io sapevo dei suoi contatti con Rizzato, Rampazzo e altri e capii che tale notizia fornitami proveniva da quel gruppo. La circostanza che l’attentato
alla Questura di Bertoli era stato organizzato da altre persone per eliminare Rumor fu riferita al Brancalion dai vari Rizzato e Rampazzo
come egli mi disse esplicitamente. Ricordo le parole precise riferitemi dall’avvocato Brancalion: furono, come ho già riferito nel ’74,
^nell’attentato di Milano volevano la testa di Rumor. Escludo che l’avvocato Brancalion mi abbia riferito ciò come sue opinione personale.
Mi disse invece che tale notizia gli era stata riferita con certezza dalle persone che ho indicato”. Dal canto suo l’avvocato Giangaleazzo
Brancalion, quando era stato sentito il 23.2.74, aveva dichiarato:
“ammetto di avere parlato amichevolmente con l’Appuntato dei CC. Toniolo, mentre bevevamo un bicchiere di vino in compagnia, di alcune
circostanze sapute dal Negriolli senza dire per altro la mia fonte di informazione e pregandolo se gli fosse possibile di controllare alcune
circostanze. Ho riferito che l’attentato di Milano era stato preparato per far fuori la persona dell’On. Rumor esprimendo però solo una pura
opinione personale”.

Sentenza corte di appello 22.2.2005 Strage Questura di Milano