Vincenzo Vinciguerra dichiarazioni 09.03.1993

Adr: non so nulla di preciso circa i rapporti tra la Dina ed esponenti di Avanguardia Nazionale. Chi potrebbe essere preciso su questo punto e’ giorgi maurizio, la persona piu’ vicina a Delle Chiaie in Italia, oppure D’Agostino Guglielmo. Si trattava di una persona “coperta” di livello diverso rispetto agli altri militanti di AN.

Adr: il francese che aveva fatto un furto in Spagna era Spaggiari.

Adr: il nome Zara non mi dice nulla. Mi sembra che la descrizione di Townley di “Ivan” non corrisponda in tutto ai miei ricordi. Ivan infatti era robusto e certamente non era alto piu’ di un metro e settanta. Effettivamente pero’ Ivan in Cile abitava in una villetta, aveva i capelli biondo scuro, forse aveva il viso quadrato. Se vedessi una fotografia potrei riconoscerlo.

Adr: il nome Carli Aldo non mi dice nulla.

Adr: prendo atto delle dichiarazioni di Townley circa l’ invio di saluti per mezzo di Scherer. So per avermelo detto il capitano argentino di cui ho gia’ parlato, che Scherer svolgeva anche attivita’ di spionaggio e controllo informativo per conto degli usa sul governo militare cileno.

Adr: l’ ufficiale che chiese la restituzione del prestito per conto di Contreras e che Townley, a quanto ella mi dice, identifica probabilmente in Iturriaga era alto circa 1,75, magro, stempiato, viso regolare, carnagione chiara, potrei riconoscerlo in fotografia. Mi sembra strano che Townley non ricorda l’ episodio, ne parlai anche con sua moglie dicendole che avevo chiesto all’ ufficiale di cui ho detto sopra di farmi incontrare con Contreras e invitandola ad interessarsene. Ricordo che in quella circostanza e poiche’ si era in una situazione molto difficile, io invitai la moglie di Andres a non fidarsi di Pinochet e suggerii di fare espatriare Townley in argentina, dove avremmo potuto nasconderlo.

Adr: non mi risulta che la moglie di Townley abbia mai militato nel partito comunista cileno. Dalle sue convinzioni ideologiche, manifestatemi nei discorsi avuti, direi che se ha fatto parte di gruppi di sinistra si e’ infiltrata. Tornando ad Ivan posso dire che sono certo che Townley lo conosca bene, perche’ era persona vicina a Contreras Manuel e nelle lunghe conversazioni che ebbi con Ivan in Cile, nella fase in cui la Dina si era sciolta, questi mi parlo’ dettagliatamente della posizione di Townley, dimostrandosi perfettamente informato e parlandone come di persona a lui ben nota. Tra l’ altro fu anche durante questi discorsi che mi confermo’ di essere anche stato in Italia, ma al difuori di riferimenti all’ attentato Leighton.

Annunci